Un Ebreo e un Musulmano in Scena Contro i Pregiudizi

Si tratta di un’iniziativa originale e audace. Mettere insieme un ebreo e un musulmano sul palco può sembrare difficile. Eppure è l’obiettivo della mostra Laugh in Peace, uno spettacolo comico in inglese che racconta le avventure di Ahmed Ahmed e Bob Alper.

“Gli ebrei e i musulmani hanno molto in comune. Noi non mangiamo carne di maiale, noi non festeggiamo il Natale e siamo creature pelose “, dice Ahmed Ahmed. “L’unica vera differenza tra noi è che gli ebrei non spendono il loro denaro, mentre i musulmani non hanno soldi da spendere.” Lo spettacolo è fatto di ironia per  lottare contro gli stereotipi e promuovere la convivenza.

Il duo si è esibito per la prima volta in Israele (Gerusalemme, Tel Aviv, Haifa) e nei territori palestinesi (Ramallah) tra il 12 e il 17 agosto. Per Ahmed Ahmed e Bob Alper non è la prima volta. Da 14 anni, si aggirano per teatri, sinagoghe, chiese e moschee in America, Canada e Inghilterra, per la lotta contro l’odio dell’altro. Si sono esibiti in più di 150 spettacoli.

Tuttavia, in principio, non tutto era così roseo. I due attori sembravano scettici quando hanno iniziano la loro cooperazione. Per Alper, è proprio nei periodi di stress che la “commedia è ancora più importante.” A poco a poco, più che colleghi, Alper e Ahmed sono diventati veri amici e hanno conosciuto le rispettive famiglie. Essi sono sempre più consapevoli della necessità di rompere le barriere tra ebrei e musulmani.

Inoltre, per evitare di sollevare tensioni, le loro prestazioni sono sempre apolitiche. Si concentrano più sulla loro esperienza religiosa a livello personale. A volte, il pastore Susan Sparks si unisce ad Alper e Ahmed per un “triumvirato” frizzante. E’ davvero una grande iniziativa che mostra come le risate possano favorire la solidarietà e la convivenza tra ebrei e musulmani. 

 

Commenti

comments