Un Gruppo di Israeliani ha Salvato Dei Rifugiati Siriani e Iracheni

Un gruppo di israeliani ha salvato dall’annegamento alcuni rifugiati siriani e iracheni nei pressi della costa greca nella mattina di domenica 18 ottobre.

Dopo aver individuato i profughi, gli israeliani hanno fermato la loro barca e hanno fornito assistenza a 11 profughi, tra cui quattro bambini. Purtroppo un bambino è morto. Dopo aver fornito il primo soccorso ai rifugiati, gli israeliani hanno informato le autorità greche.

L’incidente è avvenuto nei pressi della città turca di Kas, nei pressi dell’isola greca di Kastellorizo. Shlomo Asban, il capitano della nave, ha raccontato: “Navigo da 40 anni e questa è la prima volta che mi è successa una cosa del genere. Abbiamo sentito grida di aiuto provenienti dall’acqua, ho fermato la barca e ha visto un adolescente con indosso un giubbotto di salvataggio.”

A questo punto, gli israeliani credevano che il ragazzo fosse l’unico sopravvissuto, ma pochi minuti dopo, hanno notato altri rifugiati in acqua vicino a un gommone affondato.

Il gruppo di israeliani ha recuperato un totale di 12 persone, tra cui un bambino morto di sei mesi, che era tra le braccia della madre, ha detto Asban.

Shlomo Asban ha raccontato: “La madre ha tenuto il suo bambino in braccio per tutta la notte. Abbiamo scoperto che erano siriani e iracheni, abbiamo dato loro acqua e telefoni cellulari per parlare con le loro famiglie. Dopo abbiamo detto loro che siamo ebrei israeliani, ci hanno abbracciato e ci hanno ringraziato.”

Baruch Gal, un residente di Rinatya che era a bordo con gli israeliani, ha detto: “Appena abbiamo visto il primo ragazzo, ci ha detto in arabo che era siriano. A quel punto, gli abbiamo chiesto se c’erano altre persone, ma si è messo a piangere e guardava in tutte le direzioni. Abbiamo cercato nella zona con il binocolo e poi abbiamo trovato un grande gruppo di persone. Nel gruppo c’era anche una persona che ha subito un attacco di cuore e shock diabetico. Gli abbiamo dato caramelle da mangiare e gli abbiamo salvato la vita. ”

Baruch ha aggiunto: “E’ stato difficile per noi. Non è facile vedere un tale spettacolo. Siamo una squadra che è spesso in mare e non ci siamo mai trovati di fronte a scene simili. Il team si è comportato correttamente e agito secondo il diritto marittimo”.

I profughi sono stati trasferiti al controllo delle autorità greche.

Fonte: Ynet

Commenti

comments