Il Canale TV Arte Celebra la Cucina Israeliana

Dal 19 al 23 ottobre 2015, il canale Arte ha condiviso i gusti e i sapori d’Israele ai suoi telespettatori .

Cinque documentari di 27 minuti presenteranno le specialità gastronomiche delle diverse regioni d’Israele.  Attraverso queste mini-storie , si possono anche scoprire i paesaggi di Israele.

A presentare i documentari è Tom Franz, il famoso vincitore di Master Chef in Israele nel 2013.

Questo giovane avvocato tedesco di origine cristiana ha lasciato tutto e ha deciso di stabilirsi in Israele, perché affascinato dalla bellezza dei luoghi e israeliani.

arte-jérusalem

A Gerusalemme, Tom ci porta per le strade del centro storico, in tutti i distretti. Ci accompagna dal droghiere arabo con una selezione senza precedenti di spezie, le migliori spezie della regione e dal panettiere israeliano che cuoce il pane  nei forni artigianali.

La diversità culturale che esiste in questa città si riflette nei piatti. Nella trasmissione, Tom Franz incontra un gruppo di chef provenienti da tutte le religioni.

Il viaggio a Gerusalemme si conclude con un giro nel mercato di Mahane Yehuda, nel ristorante Machneyuda.

Il secondo documentario ci porta nel Negev, nelle colline della Giudea. Tom ci porta sulle colline della Giudea per degustare il formaggio di capra. Questi formaggi sono immersi in olio di oliva per diversi anni e sono davvero ottimi.

Ce n’è persino per i vegani: Tom ci porta da Yftach Bereket, il panettiere sulle colline della Giudea, che è uno dei migliori cuochi di cucina vegana.

A pochi chilometri di distanza, vi è poi il più antico ristorante gourmet di Israele. Lo chef propone una cucina raffinata con prodotti locali e piatti stagionali. Nel menu, pesce marinato in giornata con cipolle caramellate.

tom-franz-jérusalem

In un altro documentario andiamo al nord di Israele, nella Galilea. Ci fermiamo in un mercato biologico del villaggio arabo israeliano di Abu Gosh per poi goderci una degustazione di vino kosher da un viticoltore della Cisgiordania che ha fatto una scelta singolare e onorevole, quella di assumere lavoratori disabili. Poco più a nord in Galilea nella vecchia città di Akko, Tom incontra un cuoco specializzato nel pesce, Uri Buri.

Ancora più a nord, in Alta Galilea, il pioniere della “nouvelle cuisine” in Israele, Erez Komarvosky, mischia sapori di ogni provenienza: Francia, Giappone e persino California.

shai-seltzer-arte-judée-samarie

Il viaggio termina a Tel Aviv, la città che non dorme mai, piena di ristoranti deliziosi.

Infine, questo gustoso viaggio si conclude in un ristorante kosher nel quartiere di Bnei Brak, un sobborgo di Tel Aviv.

La diversità della popolazione israeliana si riflette nella ricchezza della sua cucina , nonostante la ristrettezza del territorio c’è qualcosa per tutti . Dopo tutto, il hummus mette tutti d’accordo!

Commenti

comments