Tel Aviv: 3 concerti per festeggiare Zubin Metha

Tre concerti per festeggiare i suoi 80 anni: così, dirigendo la Philarmonic Orchestra a Tel Aviv il celebre direttore di orchestra Zubin Metha sta celebrando in questi giorni il suo compleanno:

«Israele è la mia seconda patria, la mia casa e la mia famiglia adottiva:  sono arrivato qui nel 1969 poi mi hanno richiamato e non mi sono più mosso. L’importante nella vita è essere richiamati, altrimenti i legami si spezzano»

ha dichiarato il Maestro nato a Bombay il 29 Aprile del 1936, Direttore musicale a vita dell’Israel Philharmonic Orchestra fin dal 1981

«Non mi sarei mai sognato di essere qui quando ho cominciato»

ha proseguito rispondendo alle domande di giornalisti e studenti di musica, ai queli poi ha confessato:

«La musica è la mia intera vita e tocca ai genitori e agli insegnanti capire il talento che è un dono divino e incoraggiarlo. Mia madre ha sempre pensato che il mio fosse frutto della reincarnazione»

Musica ma non solo: Zubin Mehta si è sempre dichiarato amico di Israele e a favore della pace:

«Tocca alla gente comune farla. Nell’epoca di internet in cui la comunicazione è così facile, mi appare impossibile che questo non accada. Ai giovani israeliani e palestinesi dico: parlatevi, vedetevi, fatela voi, senza i politici. Il futuro è nelle vostre mani».

Uno dei pochi rimpianti è non aver potuto dirigere Wagner in Israele dove è proibito per il suo antisemitismo e per le sue influenze sul nazismo:

«Aspetto quel giorno, spero che giunga presto».

 

Commenti

comments