Napoli e Tel Aviv gemellate a tavola

Gemellati a tavola. Da una idea della Associazione Italia-Israele di Napoli e con il patrocinio dell’Ente nazionale del turismo israeliano è nato l’evento “Mediterraneo: quando le culture si incontrano a tavola” che si propone di celebrare il gemellaggio turistico ed enogastronomico tra la città di Napoli e Tel Aviv. La manifestazione si è svolta in due serate, una nel capoluogo campano e l’altra nella residenza dell’ambasciatore di Israele in Italia Naor Gilon, prevedeva il confronto/incontro tra tre grandi chef: i partenopei Fabio Bisanti e Salvatore Giugliano e l’israeliano Shaul Ben Aderet.

“Il cibo e’ un buon ponte tra i popoli: Italia e Israele non condividono solo il Mediterraneo ma anche i valori della cultura del cibo e della famiglia”.

ha dichiarato nel suo discorso l’ambasciatore Gilon.

Particolarmente sfizioso il menù della serata che prevedeva specialita’ israeliane e italiane, napoletane in particolare, ‘figlie’ del percorso professionale degli chef: dal peperone ripieno alla parmigiana di melanzane, dalla “masbacha”(hummus, tahina e verdure saltate), al “chraime” (piatto di pesce con sugo piccante e saporito tipico degli ebrei libici); poi pasta patate e provola seguita da pesce ‘kadaif’ con salsa al limone su crema alla melanzane e insalata di prezzemolo, finocchio e agretti. A chiudere, un trionfo di dolci, con le bandiere partenopee, la pastiera e il baba’, insieme alla “malabi”, panna cotta al profumo di rosa e salsa di melograno.

Parlando della cucina israeliana l’ambasciatore ha poi aggiunto:

“Essendo Israele un paese di migranti, tutti si sono portati dietro le proprie cucine, creando una specie di fusion, che include quella italiana, perche’ anche gli ebrei italiani emigrati in Israele hanno portato le loro specialita’ creando un universo vario che è ormai parte di quella normalita’ che e’ un punto di forza degli israeliani, anche in tempi difficili continuiamo ad andare avanti con la nostra vita”

Che ha poi aggiunto sorridendo:

“La cucina italiana e’ ottima, non le manca niente, ma l’hummus, il mio piatto preferito, quello non ce l’avete”.

 

Commenti

comments