Notte Bianca a Tel Aviv: un appuntamento atteso da tutta la città

Come ogni anno la Città che non dorme mai si prepara per la propria White Night, la notte in cui negozi, locali, bar e luoghi di cultura resteranno aperti fino alle prime ore del mattino, offrendo così a turisti e semplici passanti la possibilità di vivere una notte diversa dalle altre. La serata, che cade ogni anno nel mese di Giugno, avrà inizio giovedì 30 e vedrà coinvolta l’intera città che parteciperà alla cosiddetta Laila Lavan (Notte Bianca appunto), avendo solo l’imbarazzo della scelta tra le varie esibizioni proposte dagli artisti di strada su Rothschild Boulevard o al mercato delle pulci di Giaffa o, per gli amanti del ballo, nei locali di Habima Square e nelle altre discoteche della città.

Dal tramonto all’alba, i musei e le sedi culturali della città saranno aperti al pubblico gratuitamente o a prezzi scontati. Anche quest’anno tra le varie proposte vi è la possibilità di fare una visita guidata notturna alla Città Bianca e godere così della spettacolare illuminazione degli edifici in stile Bauhaus, la scuola tedesca che si diffuse nella zona intorno agli anni ’30, il cui fascino è annoverato tra i siti del Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’Unesco in qualità di “un sorprendente esempio dell’urbanistica e architettura di una nuova città del primo XX secolo“. A rendere giustizia a questa meraviglia architettonica bellissimi fasci di luce che andranno a mettere in evidenza circa una cinquantina di costruzioni posizionate lungo il Rothschild Boulevard e la Bialik Street.

Ma le iniziative culturali non sono le uniche ad animare la vita notturna di Tel Aviv. Durante la Laila Lavan, le strade e i locali della città offrono occasioni di divertimento, shopping e degustazione, nella particolare atmosfera della città in festa per tutta la notte, che si concluderà la mattina dopo al Namal, il porto riqualificato, con una lezione collettiva di yoga.

 

 

Commenti

comments