La barriera corallina di Eilat: il paradiso chi ama le immersioni

Tra le attrazioni principali di Eilat vi è senza dubbio la barriera corallina, che si estende per oltre 1200 metri lungo la riva, unica nel suo genere in Israele tanto da essere considerata una riserva naturale. La barriera è divenuta un luogo di pellegrinaggio per gli appasionati di diving e snorkling, ma anche per naturalisti e per professionisti del settore, grazie alla grande varietà di animali marini presenti in essa.

Costituita da un primo muro di corallo che scende fino a 4 metri di profondità, la barriera continua con una lunga distesa di sabbia fino a due rocce comunemente conosciute come Joshua e Mosè, dal nome dei due celebri condottieri biblici del popolo ebraico, dietro le quali un’altra ripida parete di rocallo scende velocemente fino a 35 metri.

Secondo gli studiosi le specie di corallo in questa barriera colorata sono più di 270, mentre ben oltre 2500 altre forme di vita vivono al suo interno, alcune delle quali uniche nel Mar Rosso: tartarughe sottomarine, ricci di mare, ostriche, anemoni di mare, granchi, spugne, polipi, seppie, pesci tropicali, sono solo alcuni degl animali che è possibile vedere da vicino, senza dimenticare i delfini con i quali si potrà vivere la sola ed unica esperienza di un’immersione insieme ad essi.

 

Commenti

comments