Archeologia in Israele, trovate monete d’argento tra le prime mai coniate

Nella città di Kiryat Sefer, fra la capitale Gerusalemme e Tel Aviv, si sta costruendo un nuovo quartiere. Durante gli scavi, gli archeologi israeliani hanno trovato degli oggetti che li hanno lasciati a bocca aperta. L’equipe di esperti, guidata dal direttore Avraham Tendler, ha trovato delle monete d’argento che secondo loro potrebbero risalire al tardo periodo ellenistico (126 aC) e sono tra le prime monete coniate.

Monete, su cui sono raffigurati i re asmonei Antioco VII e suo fratello Demetrio II, che erano nascoste in una fessura di una roccia di una tenuta agricola che è stata scoperta durante gli scavi. Robert Kool, curatore del Antiquities Authority Israel, ha detto “non è comune trovare questi oggettivi negli scavi” e che “un tesoro di monete d’argento è raro”. In tutto le monete sono 16 e sono state trovate accanto a numerose monete di bronzo coniate dai re Asmonei.

Fra agosto e settembre in Israele sono state fatte altre due grandi scoperte archeologiche. La prima è quella di alcuni manufatti risalenti all’epoca del re David e la seconda riguarda quella di un suntuoso edificio che potrebbe essere stata la dimora di re Salomone, vista le dimensioni decisamente superiori rispetto alle casse “normali” di quel periodo storico.

Commenti

comments