Aperto il Technology Center della Daimler di Tel Aviv

È stato aperto il Technology Center della Daimler di Tel Aviv, città che si sta confermando come uno dei poli più attrattivi per le aziende che operano nelle nuove tecnologie. La struttura è nata per rafforzare la divisione di ricerca e sviluppo del gruppo tedesco, un altro pezzo del mosaico che sta facendo di Tel Aviv una delle città più hi-tech del mondo.

A guidare l’ufficio israeliano Daimler è Adi Ofek, il cui compito sarà sviluppare l’auto connessa, i nuovi servizi di mobilità, le piattaforme di interfaccia vettura-guidatore e tutto ciò che riguarda il digitale e automotive.

Technology Center della Daimler di Tel Aviv entrerà a far parte in un network di partnership e relazioni con università, imprese e sviluppatori locali.

Al momento, la divisione R&D della Daimler è formata da ventiquattro strutture, dislocate in dodici Stati per un totale di sedicimila dipendenti.

L’apertura del centro è la fotografia del grande incremento tecnologico in Israele, dove ogni anno vengono fondate più di mille società e dove circa 350 multinazionali straniere sono presenti con poli di ricerca o uffici. Da Google ad Apple, da Ibm a Microsoft, senza dimenticare Facebook e Intel e nel settore automotive ci sono GM (con l’Advanced Technical Center), Ford, Volkswagen, Hyundai,  Navistar, Toyota e Bosch.

Commenti

comments