Gerusalemme, scoperta moneta di 2000 anni fa

Una moneta risalente al 67 d.e.v. è stata recentemente scoperta durante uno scavo effettuato a Gerusalemme. La moneta in questione presenta due scritte che si riferiscono al periodo dell’assedio dei Romani a Gerusalemme che poi avrebbe portato alla distruzione del Secondo Tempio nel 70 d.e.v.

Da un lato è scritto “Libertà per Sion” mentre il rovescio della medaglia reca la scritta “Anno due della Grande Rivolta”, appunto 67  d.e.v.

L’antica moneta è parte di una serie coniata durante la rivolta ebraica contro i Romani che il ministro della Cultura e dello Sport israeliano, Miri Regev, ha presentato al gabinetto di ieri.

Poco tempo fa, era stato ritrovato un papiro sempre con un riferimento a Gerusalemme, risalente al periodo del Primo Tempio, precisamente nel settimo secolo aC (Regno di Giuda).

Il papiro, scritto in ebraico antico, è stata la prima fonte non biblica a menzionare Gerusalemme in lingua ebraica ed è un documento originale di trasporto, la cui indicazione testimonia il pagamento delle imposte o trasferimento di beni ai magazzini di Gerusalemme.

Commenti

comments