Israele: La barriera corallina del Mar Rosso sopravvive…nonostante il riscaldamento globale

Ovunque i nostri oceani soffrono, le barriere coralline hanno enormi difficolta a proteggersi e rigenerarsi. Il cambiamento climatico sta danneggiando l’intero ecosistema e di conseguenza molte barriere coralline sono morte o sono in pessime condizioni.

La situazione è veramente disastrosa, eccetto a quanto pare in una regione, dove non solo il corallo sopravvive ma è addirittura fiorente, stiamo parlando del Mar Rosso.

Gli scienziati israeliani e Svizzeri, stanno lavorando insieme all’istituto delle Scienze marine di Eilat, e stanno riscontrando quanto il corallo in questa area non si stia deteriorando andando a sbiancarsi come diversamente accade dove si va incontro ad un surriscaldamento delle acque. Lo sbiancamento, dovuto all’effetto serra e all’inquinamento causato dai combustibili fossili, non sembra stia condizionando barriera corallina del Mar Rosso.

Secondo la dichiarazione dello scienziato svizzero Thomas Krueger del politecnico federale di Losanna, i coralli in mar Rosso, non soffrono del surriscaldamento delle delle acque.

C’è molto entusiasmo nella Comunità Scientifica, questa “resilienza” palesa quasi una capacità di resistere come fosse una naturale evoluzione da parte del corallo del Mar Rosso a fenomeni come il calore e anche l’acidità, addirittura dopo l’ultima era glaciale.

Quindi ora bisogna incrementare le ricerche e capire il perché di questo fenomeno, affinché lo studio possa offrire una speranza ai nostri oceani e a tutte le barriere coralline diffuse in essi, affinché si possano salvare dal riscaldamento globale.

Commenti

comments