Le 5 tipologie di persone che potreste incontrare sull’autobus in Israele

L’autista

Questo è un personaggio chiave su un qualsiasi autobus, in Israele l’autista si nomina “NAHAG”, lo sentirete chiamar più volte durante qualsiasi tragitto dai passeggeri, in realtà nella sua vita avrebbe voluto fare il pilota di formula 1, in Israele gli autisti sono sfidanti, delle volte pensano di stare su una pista da corsa, sorpassano, come Jacque Villeneuve, fanno delle curve memorabili, un consiglio…anche da seduti tenetevi forte!

Il merito però che hanno questi signori è la capacità di saper gestire da soli tutto, in Israele abitualmente si mota dal portellone anteriore, l’autista deve gestire la vendita del biglietti, con resto a base di monetine infinite, che pazienza!

È divertente il fatto che comunque siamo in Medio Oriente, in estate fa caldo e spesso capita che durante la corsa, l’autista ferma il bus e urla magari ad un venditore, Ahi! (fratello) passami una bottiglia d’acqua!

anche qualcosa da mangiare al volo, non vi preoccupate, tutto questo spettacolo è compreso nel prezzo del biglietto!

La signora Shoshanna

Questa tipologia di passeggero la beccate abitualmente verso le 9 o dopo le 14, è la classica donna di casa, che va al mercato rionale e torna con decine di buste, se non c’è posto a sedere, tutti si alzano per farla giustamente accomodare, in qualche minuto offrendo un frutto si è fatta amici tutti quelli seduti nel suo box, vi racconterà del nipote arruolato, della figlia sciroccata, consiglio, non evitatela, è peggio, almeno vi fate due chiacchiere invece di stare come degli automi sul telefonino.

Il turista

Spesso monta sull’atobus volendo pagare con banconote appena prese al cambio magari di taglio grande, 200 nis è il taglio classico che usa 🙂

l’Autista lo vede male, ma poi diventa comprensivo e lentamente dopo averlo fatto accomodare gli da con i soldi degli altri passeggeri il resto. Il Turista, si vede che non è un locale o comunque abituato alla guida dell’Autista, quindi delle volte è più pericoloso della guida e alle curve vi finisce sui piedi…pensate se siete in ciabatte!

Maleducato Telefonico

In Israele ci sono ovunque cartelli che chiedono di NON DISTURBARE L’AUTISTA, DI NON PARLARE AL TELEFONO.

Puntualmente questo passeggero, dopo pochi secondi comincia piano piano ad alzare la voce, inizia la sua telefonata con “ALLAN…” che sarebbe un “salve come va”. e poi ti rende partecipe della sua vita “MA PITOM” = è una termine ricorrente  significa “ma davvero!”. delle volte è talmente fastidioso che porta la gente ad allontanarsi o a scendere

La persona della tua vita

E si, spesso accade in Israele, proprio quando dopo una lunga giornata sali sull’autobus per tornartene a casa e farti una doccia trovi lei, un raggio di luce che cancella tutto il rumore che c’è intorno, l’hai sempre immaginata e te la ritrovi davanti, che fai lasci stare, perché non ti senti proprio a tuo agio, o ti butti? In Israele la seconda opzione è sempre la migliore, non saprai mai quando ti possa ricapitare…ma spesso si attacca bottone in autobus, siamo in Medio Oriente, l’occasione non si lascia sprecata, delle volte va in buca altre no…poco importa, in Israele se scatta qualcosa, si percepisce subito

Buon viaggio

Commenti

comments