I Rotoli del Mar Morto ora consultabili online

rotoli del mar morto online Qumran, museo di Israele a Gerusalemme

I rotoli del Mar Morto sono una finestra sulla storia dell’ebraismo, sono considerati la copia più antica della Bibbia.

Si stima che siano stati scritti circa 2000 anni fa.

I rotoli del Mar Morto furono trovati tra il 1947 ed il 1956, nelle caverne di Qumran, vicino al mar Morto.

Tra i manoscritti che furono trovati, c’erano dozzine di copie di quasi tutti i libri sacri del popolo ebraico.

Questi manoscritto diffusamente coincidono con i testi della sacra Bibbia usata ancora oggi.

I manoscritti sono custoditi ed esposti nel “santuario della Bibbia” al Museo Nazionale di Israele a Gerusalemme,  capitale dello stato Ebraico.

Una buona parte dei manoscritti sono disponibili e consultabili online, e ci si può accedere da ovunque nel mondo.

CONTINUA SOTTO PER ANDARE ALLA PAGINA DI CONSULTAZIONE ONLINE DEI ROTOLI DEL MAR MORTO

Alcuni di questi manoscritti custodiscono una serie di misteri e attraverso la moderna tecnologia, si cerca di decifrarne il contenuto.

Per questa attività sono usate le tecnologie più innovative, Il dipartimento di Ricerca e Sviluppo di Google ha contribuito in maniera sostanziale in questo progetto, anche la Nasa, l’autorevole Istituto Nazionale per lo studio aeronautico e spaziale, responsabile del programma di ricerca spaziale degli Stati Uniti, ha messo a disposizione le proprie tecnologie.

Tecnologie utilissime per scoprire degli scritti “nascosti” anche sotto i testi superficiali.

I rotoli del Mar Morto offrono una esclusiva finestra sul passato, nelle antiche radici del popolo Ebraico e nella propria terra d’origine, appunto la terra di Israele.

Per poter osservare i testi dei Rotoli del Mar Morto potete andare nella pagina dedicata dell’Israel Museum di Gerusalemme

Commenti

comments