Arte a Gerusalemme: le Sculture d’Alluminio di Karen Sargsyan

sculture alluminio Gerusalemme

Arte, arte e ancora arte, questeo è cio che si respira passeggiando per Gerusalemme.

In questi giorni è possibile vedere esposte queste figure ricostruite con fogli di latta dall’artista armeno Karen Sargsyan che raffigurano i vecchi Gerusalemitani.

Ma chi sono questi personaggi?

In una colorata collezione di personaggi, che l’artista ha costruito con le sue mani in un ex pollaio di un moshav, ritroviamo le figure storiche che rappresentano la storia di Gerusalemme:

Il Re David, il Re Salomone, la Regina di Saba, Erode, Solimano il Magnifico, Eliezer Ben-Yehuda e Anna Ticho.

Queste le figure influenti che hanno segnato la millenaria storia della Capitale di Israele.

La scelta del materiale, appunto i fogli di alluminio, permettono movimenti delle forme e lucentezza di insieme, esaltati dal gioco dei colori.

Le figure lavorte sono nove e la scelta di non distinguere tra coloro che rappresentano la storia ebraica da coloro come ad esempio Solimano, o Ciro il Re di Persia, tiene il legame della storia di questa città.

Queste bellissime opere, sono custodite nella Torre del Re David nella cittadella di Gerusalemme.

Alcune delle sculture hanno dimensioni umane, costruite attorno ad una base di legno, sono particolarmente realistiche, con espressioni facciali, che sembrano pronti a muoversi e agire, grazie alla tecnica usata da Sargsyan.

Lo stile dell’artista che è poi lo contraddistingue è stato sviluppato durante gli studi artistici presso la scuola d’arte Rijksakademie di Amsterdam, dove Sargsyan vive con la sua famiglia dopo esser fuggito dalla sua terra di origine, appunto l’Armenia. Ha anche attribuito la sua tecnica di scultura alla sua precedente esperienza come pugile e ai suoi studi universitari, quando ha frequentato corsi di anatomia che lo hanno aiutato a capire il movimento degli arti e da qui la capacità di rendere le sue opere quasi umane.

Qui, Anna Ticho o Eliezer Ben Yehuda rappresentati difronte ai loro strumenti e ambienti di studio e lavoro.

Sargsyan sculture alluminio Gerusalemme

La scelta di produrre queste opere, per l’artista, hanno rappresentano una sfida.

Saper interpretare delle figure storiche nel contesto di Gerusalemme, ha dimostrato un’attento studio fatto dall’artista, per capire la vita di questi personaggi ed il oro contesto nella città.

Sargsyan accompagnato dalla moglie, già mesi prima aveva spedito l’alluminio ed i materiali necessari per produrre queste nove opere, un lavoro .

Qualcuno nel vederli li ha considerati quasi degli spaventa passeri, ma poi vedendo con attenzione, si nota, il lavoro di precisione e di espressione che le figure interpretano.

Tre mesi di lungo lavoro, senza sosta, hanno portato un ottimo risultato.

sculture alluminio Gerusalemme

Ci piace sottolineare, l’attività manuale, durante tutta l’esposizione che come ripetiamo sarà alla Torre di David di Gerusalemme fino al Primo di Ottobre, ci saranno seminari e incontri anche con l’artista sull’uso degli elementi e dei materiali, una attenzione particolare verso i bambini che dal 15 al 31 Luglio potranno avere un accesso gratuito.

 

Commenti

comments