Alla scoperta del Terra Sancta Museum di Gerusalemme

Alla scoperta del Terra Sancta Museum di Gerusalemme coolisrael.it

Il Terra Sancta Museum di Gerusalemme racconta gli ottocento anni di presenza francescana in Terrasanta. Nel 1217 nacque la Custodia francescana di Terra Santa, per custodire i luoghi dove ha vissuto Gesù e nel 1219 San Francesco venne qui al seguito della quinta crociata.

Il Terra Sancta Museum è un progetto della Custodia di Terra Santa, avviato nel 2011 e non ancora completato. È prevista la realizzazione di una superficie espositiva di ben 2500 metri quadri, in due diverse sedi, che sarà messa a disposizione dei pellegrini.

Il Museo, che custodisce preziosi manufatti risalenti a migliaia di anni fa, si trova nella città vecchia di Gerusalemme, la capitale di Israele, è situato sulla Via Dolorosa vicino al Monastero della Flagellazione, dove secondo la religione cristiana Gesù è stato frustato dai soldati romani.

Terra Sancta Museum Gerusalemme coolisrael.it

Nel marzo 2016 era stata aperta una prima sezione, quella multimediale. Attraverso una video installazione immersiva, proiettata in mezzo ad alcuni resti della Fortezza Antonia, viene raccontata la storia della Via Dolorosa e dell’itinerario di Gesù verso il Golgota.

Nella prima ala della sezione archeologica – aperta nel giugno 2018 – vi sono oggetti che raffigurano come Gesù abbia potuto vivere 2000 anni fa. In sei sale il visitatore può scoprire la vita quotidiana al tempo del Nuovo Testamento fino alle prime esperienze del monachesimo.

Un viaggio affascinante in ambienti antichi recuperati e restaurati per l’occasione: una cisterna di periodo bizantino, stanze crociate, una splendida corte con adiacenze di età mamelucca.

Terra Sancta Museum Gerusalemme coolisrael.it

In futuro, sempre nella sezione archeologica, saranno aperte altre sale in cui saranno presentati i luoghi biblici oggetto di scavi da parte degli archeologi francescani della Custodia di Terra Santa e in cui saranno esposte collezioni specialistiche tematiche.

Nelle sale aperte al pubblico, è possibile ammirare monete, affreschi, ceramiche, frammenti scultorei, mosaici bizantini, frammenti di piatti, capitelli crociati, sarcofagi, alabastri, gioielli (scarabei, sigilli e cammei), lampade, ossuari con iscrizioni.

Uno dei punti salienti della collezione è una rara moneta da mezzo shekel coniata dagli ebrei. La maggior parte degli oggetti esposti sono stati raccolti dai frati francescani nel corso dei secoli.

Sebbene si concentri principalmente sulle origini del cristianesimo, il museo si rivolge anche ai visitatori non cristiani che desiderano saperne di più sulla vita quotidiana in Terra Santa migliaia di anni fa.

Gerusalemme Simboli ebraici su basalto coolisrael.it

Commenti

comments