Alla scoperta di Akko: città ricca di sorprese

Akko Israele coolisrael

Akko si affaccia sul Mediterraneo nel nord di Israele. È una città portuale ricca di storia e attrazioni. La Città Vecchia è un sito del patrimonio mondiale dell’UNESCO dal 2001.

Qui il tempo sembra essersi fermato a un millennio fa, quando a visitarla fu Marco Polo diretto in Oriente. La sua ricca storia è palpabile nei minareti, nei vicoli acciottolati, imponenti bastioni, passaggi sotterranei e architettura pittoresca, il cui carattere riflette l’eredità lasciata da Greci, Romani, Crociati e Arabi.

La città di Acri nel suo sottosuolo conserva tracce delle grandiose costruzioni opere degli ordini dei Templari e degli Ospitalieri. I Templari si occupavano di garantire la sicurezza dei pellegrini che arrivavano in Terra Santa da ogni paese d’Europa. È possibile visitare il tunnel sotterraneo che partiva dalla loro fortezza ed arrivava fino al porto.

Gli Ospitalieri accudivano i malati in Terra Santa. Tra il 1191 e il 1291 spostarono il loro quartier generale da Gerusalemme ad Akko. Oggi è possibile visitare alcune delle imponenti sale note come Sale dei Cavalieri. Si tratta di una serie di sale comunicanti fra di loro, adibite a diverse funzioni.

Fortezza Ospitalieri Akko Israele
Fortezza Ospitalieri

Pur essendo state distrutte dai mamelucchi, come del resto quasi tutto il nucleo templare di Akko, le Sale dei Cavalieri emanano ancora un fascino notevole e sono spesso teatro di concerti e rappresentazioni di diverso genere, tra cui l’annuale Akko Fringe Theatre Festival.

Tornando in superficie si può accedere al Refettorio, accanto c’è il Treasures in the Wall Museum, che espone alcuni interessanti documenti in prevalenza ottocenteschi.

Da visitare anche i Giardini Bahai – che sono una versione molto più piccola dei Giardini Bahai di Haifa – , il Museo d’arte Okshi, il Museo dei Prigionieri della Resistenza, le chiese di rito ortodosso e l’Hammam Turco della fine del XVIII secolo, decorato da bellissime piastrelle in ceramica e da pavimenti colorati.

Hammam Turco Akko coolisrael
Hammam Turco

In prossimità del porto c’è una costruzione chiamata Hahn Humdan che serviva come deposito merci dei mercanti che approdavano nella cittadina da tutto il mondo. Il grande cortile è circondato da una fila di colonne di granito su cui poggiano due ordini di arcate.

Prima di immergerci nel mercato della città antica, ricco di spezie, prodotti tipici e pesce fresco appena pescato, c’è da vedere la sinagoga tunisina Or Torà, l’intera costruzione di quattro piani è decorata con mosaici di pietre naturali locali e da vetrate, e la moschea Al Jazàr o Ja’ama al Ba’asha inaugurata nel 1781-82.

Moschea Al Jazzar Akko Israele
Moschea Al Jazàr

Trovandosi sulla costa, il clima è caldo per tutto l’anno, ma non torrido. Akko ha tre spiagge regolamentate lungo la striscia sabbiosa di Akko Bay. La “Spiaggia delle Mura” (nota anche come “Spiaggia delle Vele”), “Spiaggia di Argaman” e “Spiaggia di Palm Beach”.

L’aeroporto più vicino è il Namal HaTe’ufa di Haifa. Da qui il modo migliore per raggiungere Akko è il treno, che impiega all’incirca 25 minuti. In città il sistema di trasporto pubblico è basato su autobus, taxi e sherut. La stazione ferroviaria di Akko si trova sulla costa e tutti i treni che portano da Nahariya a Haifa si fermano lì.

Credit foto www.akko.org.il/it/

Commenti

comments