Il talento di 10 artisti israeliani famosi a livello internazionale

Israele 10 artisti israeliani famosi coolisrael

Sono tanti gli artisti visivi contemporanei israeliani famosi in tutto il mondo. Prendiamo spunto da un articolo pubblicato da Israel21c e qui di seguito ne elenchiamo 10 tra pittori, scultori e artisti di strada.

1. Yosef “Jojo” Ohayon

Jojo è diventato un agricoltore in Israele mentre perseguiva l’arte come hobby. Alla fine ha iniziato a incorporare le attrezzature e le tecniche agricole nelle sue opere, Nei suoi dipinti, Jojo utilizza bottiglie con un piccolo foro così da distribuire in modo uniforme i colori su grandi tele, creando pezzi esclusivi che ritraggono donne, fiori e altre forme di natura. L’opera di Jojo comprende murales, dipinti astratti , sedie di metallo e sculture a parete, vasi e sculture a mosaico. I suoi pezzi sono esposti in gallerie in Israele, Stati Uniti, Europa, Australia e Cina. Jojo ha aperto la sua prima galleria 10 anni fa a Tel Aviv, seguita da una galleria di New York City e da un sito web che vende i suoi lavori con spedizioni gratuite in tutto il mondo. Ha anche uno studio e uno showroom sul Mar Morto.

Yosef “Jojo” Ohayon Israele coolisrael

2. Ken Goldman

Le creazioni di Ken Goldman sono esposte in diversi musei, tra cui l’Israel Museum, il Museum of Islamic Art, l’Ein Harod Museum, il Philadelphia Museum of Jewish Art e il Vienna Jewish Museum. Nell’autunno del 2018, Goldman era uno dei cinque artisti internazionali che hanno partecipato a Venezia ad una iniziativa sul cambiamento climatico visto da una prospettiva ebraica. Goldman sta finendo una installazione di scultura a tre stadi in un vecchio cimitero ebraico a Kaluszyn, in Polonia. Famose le sue morbide e colorate bambole Kabbala.

Ken Goldman artista Israele

3. Hilla Ben Ari

Questo artista visuale, laureato alla Bezalel Academy of Art and Design di Gerusalemme, utilizza video, sculture e altri media per rappresentare la forma femminile come mezzo per esplorare l’identità, la sessualità e il rapporto tra uomini e donne. Le opere di Ben Ari sono state esposte a Barcellona, ​​Pechino, Berlino, Bonn, Bruxelles, Bucarest, Bulgaria, Los Angeles, Milano, New York, Parigi, Roma, Tokyo, Vancouver e in molti musei e gallerie israeliane.

Israele Hilla Ben Ari arte

4. Broken Fingaz

La street-art di maggior successo di Israele – quattro uomini che non rivelano i loro veri nomi – è iniziata ad Haifa e si è diffusa in tutto il mondo con commissioni che spaziano dai murales, alle installazioni 3D, fino alle copertine degli album e ai video musicali degli U2. Parigi, Londra, Bratislava, Las Vegas, Brema, Chengdu, Los Angeles, Milano, Berlino, Cracovia, Rio de Janeiro, Seattle, Portland, Dusseldorf, San Francisco, Amsterdam, Città del Messico e molte altre città hanno sui loro muri una colorata grafica di questi quattro ragazzi.

Broken Fingaz Israele coolisrael

5. Andi Arnovitz

Andi Arnovitz, artista concettuale con base a Gerusalemme, utilizza installazioni, stampe, libri d’artista e sculture per esplorare temi quali infertilità, divorzio, violenza domestica, politica, religione. Il suo lavoro è stato esposto in tutto il mondo (tra cui Francia, Spagna, Inghilterra, Polonia, Canada, Cina, Finlandia, Germania, Lituania e Stati Uniti) ed è presente in collezioni pubbliche e private tra cui l’US Library of Congress, The Smithsonian, the Magnes Collection of Jewish Art and Life in California e l’Università di Yale in Connecticut. Nell’estate e nell’autunno del 2019, Arnovitz esporrà al Museo HUC di Manhattan e al Museo Stadhaus in Germania, nonché in località israeliane.

Arte Andi Arnovitz Israele

6. Fatma Shanan Dery

I dipinti ad olio di Fatma Shananan Dery, con sede a Tel Aviv, sono scene di persone (compresa se stessa) provenienti dai ambienti della sua vita – in particolare da Julis, il villaggio israeliano druso dove è nata e cresciuta. I tradizionali tappeti drusi, collocati in luoghi inaspettati, occupano un posto di rilievo nel suo lavoro. Vincitrice del premio del 2016 per l’arte figurativa-realista al Museo di Tel Aviv, le sue opere sono incluse nelle collezioni dell’Israel Museum e del Museo israeliano Ilana Goor e in collezioni private in Israele e all’estero. Nel 2019 Shanan Dery farà una mostra personale a Berlino e mostre collettive a New York, Cipro, Gerusalemme e Tel Aviv.

Fatma Shanan Dery Israele

7. Ariela Wertheimer

Nel 2017 e 2018, Ariela Wertheimer Wertheimer ha esposto alla Biennale d’Arte di Venezia con la galleria Farkash di Tel Aviv, e nel novembre 2018 ha aperto il suo studio a Jaffa. Sarà presente all’Artexpo 2019 a New York, dal 4 all’7 aprile, e a maggio alla Biennale d’arte a Venezia. Nel 2018 negli Stati Uniti a Scope Miami Beach ha esposto “Ropes and Ties: The Freedom to Let Go” ispirato al porto di Jaffa, che simboleggia le corde fisiche ed emotive che si intrecciano nel mondo.

Ariela Wertheimer Israele artista

8. Pierre Kleinhouse

L’illustratore e designer pluripremiato Pierre Kleinhouse ha uno studio a Tel Aviv , dove realizza opere d’arte per mostre e clienti commerciali. Organizza anche conferenze e workshop di illustrazione in tutto il mondo. Laureato al Bezalel Academy of Art and Design, tra i suoi clienti ci sono Stella Artois, UPS, BBC Focus, HarperCollins, la rivista Rolling Stone, Harvard Business Review, il Museum of Communism della Repubblica Ceca, Moog Audio, Virgin Mobile, Krispy Kreme e Oxford University Press. I suoi poster sono venduti online.

Pierre Kleinhouse coolisrael

9. David Gerstein

Le pitture e le sculture pop art di Gerstein parlano in un linguaggio universale di giocosità, umorismo e ottimismo. Le sue opere sono vendute nella sua galleria di Tel Aviv, nei negozi di design e online. Quest’anno Gerstein ha fatto una mostra speciale a Sydney, in Australia, a beneficio di Make A Wish Israel, e ha inaugurato una nuova scultura all’ingresso di un nuovo museo di arte contemporanea a Taiwan. Ad aprile terrà una mostra personale a Vienna.

David Gerstein Israele

10. Sylvia Feinstein

Sylvia Feinstein, nativa di Buenos Aires, realizza gli arazzi nella sua galleria di Modi’in. Utilizza un’antica tecnica per trasmettere il dramma della scena e dei suoi personaggi in un’opera d’arte astratta contemporanea. La sua serie di arazzi è esposta in spazi pubblici e privati ​​tra cui Montevideo, Buenos Aires, Houston, Toronto e Anversa e in molti posti a Gerusalemme, tra cui il Bible Lands Museum, lo Yad Vashem e il Jerusalem International Convention Center. Feinstein fa parte del progetto internazionale di arte su fibra di “Save the Reef” che si svilupperà a livello internazionale per cinque anni a partire da settembre 2019 per sensibilizzare l’opinione pubblica sui pericoli che corrono gli ecosistemi delle barriere coralline.

Sylvia Feinstein Israele artista

Commenti

comments