Gli archeologi scoprono insediamento di 2000 anni fa nel deserto del Negev

archeologi insediamento deserto Negev

Per la prima volta, i resti di un insediamento ebraico del periodo del Secondo Tempio sono stati scoperti a Beer-Sheva, nel deserto del Negev.

Tra i reperti scoperti in questo importante sito israeliano c’è la rappresentazione di una menorah a nove steli impressa sul frammento di una lampada ad olio.

Lampada archeologi insediamento deserto Negev coolisrael

Individuati inoltre i segni di un incendio che infuriava in alcune parti dell’insediamento, probabilmente legato alla Prima rivolta ebraica intorno al 70 d.C.

Gli esperti, come riporta un comunicato dell’Università Ben Gurion, hanno datato il sito di Beer-Sheva tra il primo secolo e la rivolta di Bar Kokhba nel 135 d.C..

Gli archeologi Peter Fabian dell’Università Ben Gurion e Daniel Varga della Israel Antiquities Authority hanno evidenziato che: “I resti dell’insediamento comprendono diverse strutture e installazioni, come le fondamenta di una grande torre di guardia, impianti di cottura, antiche fosse di immondizia, monete del periodo romano e un sistema sotterraneo che fu probabilmente usato come un bagno rituale ebraico (mikveh)”.

Israele archeologi insediamento Negev

Il sito archeologico si trova lungo il confine meridionale dell’antico regno di Giuda accanto a una strada che portava da Tel Beer-Sheva alla pianura costiera meridionale.

L’area in cui si trova il sito ha un grande valore strategico e questa è stata probabilmente la ragione per la costruzione di una torre di avvistamento, le cui fondamenta furono scoperte nello scavo.

I resti di una scala fanno pensare che questa serviva per portare verso i due livelli superiori che non sono più esistenti. Durante il periodo tardo romano, le pietre della torre furono utilizzate per costruire altri edifici vicini.

Archeologi Israele Negev

Ritrovate anche decine monete di bronzo che appartengono al periodo della dominazione provinciale romana. Alcune furono coniate ad Ashqelon e altre nelle città dell’Impero Romano.

I lavori di scavo hanno portato gli archeologi a scoprire anche antiche gallerie utilizzate dagli ebrei contro i romani durante un periodo complesso nella storia della regione.

Credit foto Università Ben Gurion

Commenti

comments