Noma Bar firma la limited edition Coca-Cola dedicata all’Italia

Noma Bar limited edition Coca Cola Italia

L’israeliano Noma Bar ha illustrato la limited edition delle bottiglie che Coca-Cola ha creato per omaggiare sei città italiane.

Bari, Napoli, Firenze, Roma, Milano e Venezia sono rappresentate ciascuna nelle fattezze di un personaggio che racchiude le caratteristiche di ogni città.

“Guardando i sei volti – ha spiegato Bar -, è possibile riconoscere i simboli della città, l’architettura, il cibo e i paesaggi, ma è solo con uno sguardo più attento che si scorgono gli elementi distintivi di Coca-Cola”.

Face of the City, questo il nome della limited edition, racconta una storia e celebra il legame che da oltre novanta anni unisce Coca-Cola all’Italia.

“Ho cercato – ha osservato l’illustratore israeliano – di catturare la vera anima di ogni città e di esprimerla attraverso la creazione di un personaggio”.

Noma Bar limited edition Coca Cola Italia coolisrael

Milano ha quindi il volto di un hipster che, sopra una t-shirt con la facciata di una casa di ringhiera, indossa una sciarpa nella quale si riconosce la sagoma di un tram e nella sua lunga barba si scorge lo skyline del capoluogo lombardo, Firenze invece si rivela nei dettagli dell’abbigliamento di una giovane donna.

Un gondoliere con la caratteristica t-shirt a righe, maschere di Carnevale e pellicole cinematografiche, è l’omaggio a Venezia mentre Roma e Napoli hanno ancora il volto di donna: sofisticata quella della Capitale, più spigliata quella partenopea. Il viaggio Coca-Cola si conclude infine a Bari, attraverso un omaggio al lungomare e alle sue bellezze.

Nato in Israele nel 1973, residente a Londra da una ventina d’anni, Avinoam Bar – noto al pubblico come Noma Bar – è un grafico riconosciuto a livello internazionale per l’originalità del suo tratto.

Bar, autore delle copertine dei libri di Don DeLillo e Haruki Murakami, ha realizzato illustrazioni pubblicate su quotidiani e riviste, da The New Yorker e The Guardian, a The New York Times e The Economist e ricevuto numerosi premi, quali il Gold Clio Award, il D&AD Yellow Pencil Award, il Golden Lion Award al Festival Internazionale della Creatività Leoni di Cannes.

Commenti

comments