Le 10 cose da fare per conoscere la cucina e l’ospitalità drusa

10 cose da fare conoscere cucina ospitalità drusa coolisrael

In Israele convivono culture e religioni diverse. I drusi, una piccola comunità che vive soprattutto nei villaggi della Galilea e del Golan, hanno una cultura unica che comprende una religione misteriosa, mercati colorati e una cucina da capogiro.

Israel21c ha stilato una lista completa per sperimentare al meglio il cibo, la cultura, l’arte e l’ospitalità drusa.

1. El Carmel Tours, Usfiya

El Carmel offre pasti speciali (certificati kosher) e tour per gruppi di 10 o più persone, con lo scopo di collegare gruppi di turisti ai drusi del villaggio Carmel Mountain di Usfiya. Informazioni di contatto: 972-4-839-0125; [email protected]

Le guide locali svelano la vita quotidiana di questa complessa comunità. Ci si ritrova in vicoli che di solito non sono frequentati da turisti. È possibile una casa di preghiera del villaggio, un frantoio e un piatto di cibo fatto in casa intorno al forno tabun. Tutto accompagnato da tamburi darbuka, folklore e storie sulla religione drusa, conoscere lo stile di vita e il loro ruolo nel moderno Stato di Israele.

ElCarmel Tours Usfiya Le 10 cose da fare per conoscere la cucina e l'ospitalità drusa

2. Shvil HaBanim Path

Si tratta di una corsa su strada diversa dalle altre. La Bishvil Habanim Hadruzim (For the Druze Boys) è stata creata nell’ambito di un progetto più ampio per sensibilizzare sul contributo che i soldati drusi hanno apportato a Israele. Il percorso della settima edizione, che si è tenuta il 20 settembre, era lungo 226 chilometri ed ha attraversato 18 villaggi drusi della Galilea in cui erano incluse vedute panoramiche e siti commemorativi. La gara può essere percorsa a piedi o in bicicletta in qualsiasi periodo dell’anno.

3. Galileat

Tramite Galileat è possibile scoprire la vita delle famiglie musulmane, cristiane e druse che ti accolgono nelle loro case per un seminario di cucina privata o di gruppo. Dopo due ore di preparazione pratica, qualche serio segreto culinario e qualche caffè arabo infuso di cardamomo, ci si può godere la festa.

I menu stagionali propongono prelibatezze locali come zucchine ripiene e foglie di vite, majadra (grano di bulgur con cipolle e lenticchie fritte), siniyah (spiedini di agnello cotti in salsa tahini), tabbouleh e persino un intero laboratorio di knafeh , la parte migliore di tutti i pasticcini drusi. Si prenota tramite il sito Web.

Galileat Le 10 cose da fare per conoscere la cucina e l'ospitalità drusa

4. Fatma Shanan Art Studio

Fatma Shanan, artista riconosciuta a livello internazionale con straordinari dipinti che rappresentano la sua cultura drusa, ha recentemente trasferito il suo studio di pittura da Tel Aviv nel suo villaggio natale di Julis, nell’Alta Galilea. Dopo aver esposto in mostre personali e collettive a Tel Aviv, Berlino e New York City, Shanan si concentra su rappresentazioni realistiche della vita del villaggio e frammenti di cose che rendono la vita bella, tra cui scene della raccolta delle olive, raffigurazioni di autentici tappeti colorati e interessanti autoritratti. È possibile visitare il suo studio su appuntamento.

5. Roadside pita

Forse l’esperienza più autentica per conoscere i Drusi inizia con una sosta improvvisa sul ciglio della strada. Viaggiando verso la Galilea e il Golan è possibile incontrare chi prepara delle pite druse o vende bottiglie di olio d’oliva appena spremuto, olive fatte in casa e altri prodotti in vaso. Si tratta della miglior focaccia che tu abbia mai mangiato, è sempre cotta al momento sul posto.

6. El Kheir Restaurant, 139 HaNassi Boulevard, Haifa

Un pezzo del villaggio dei Drusi si può trovare nell’affollato Carmel Center di Haifa, El Kheir è il modo perfetto per vivere un’esperienza culinaria completa dei Drusi senza dover andare nei villaggi di Daliyat al-Carmel e Usfiya. Il proprietario e chef El Kheir Halabi si diletta nel viziare con tante prelibatezze. Tra i prodotti nostrani dei vicini villaggi c’è l’olio di oliva scuro, il latte di pecora fresco, olive spezzate e foglie di vite giovani.

Elkheir-Druze  Le 10 cose da fare per conoscere la cucina e l'ospitalità drusa

7. Elmona Garden

Una gita al villaggio druso di Julis può significare molto più che ammirare bellissime opere d’arte e cibo delizioso. Pop by Elmona Garden, progetto di vita di Naji Abas, permette di fare una tranquilla passeggiata in questa tenuta a conduzione familiare dove vi sono alberi in fiore, giochi d’acqua, laghetti carichi di lillà, alberi di bambù, statue, panchine, un cortile a scacchiera e un’altalena funzionante decorata con fiori.

8. Bed and breakfast (tzimmerim)

I bed and breakfast israeliani (tzimmerim) gestiti da famiglie druse sono spesso situati in alcuni dei luoghi più panoramici e possono includere tutti i servizi di un popolo noto per l’ospitalità over-the-top. L’accogliente tzimmer Mitzpe Hanof include una piscina privata, vista sul mare di Galilea e una speciale colazione drusa. Più a nord, la più grande struttura, situata ai piedi del monte Hermon, è composta da piccole unità abitative chiamate “White Suites”. “Lì si ha accesso ad una piscina all’aperto, al centro benessere e ad una colazione a buffet con specialità locali, così come una vista sulle montagne lungo il confine Israele-Siria.

bed and breakfast Le 10 cose da fare per conoscere la cucina e l'ospitalità drusa coolisrael

9. Nahala Bteva (A Place in Nature)

Nahala Bteva è un ristorante informale con una bella terrazza, a cinque minuti dalle coste occidentali del Mar di Galilea, sulla Route 65 nel villaggio di Migdal. Qui colazione, pranzo e cena, gestiti da Kassem e Burha Ibrahem, devono essere prenotati in anticipo (050-309-5250), ma l’ospitalità piena di cuore ne vale sicuramente la pena. È un posto dove fermarsi per un lungo pomeriggio di relax tra gli ulivi, i cactus, mentre si chiacchiera con i proprietari, gustando piatti autentici fatti a mano.

10. Aya Natural Cosmetics (Road 1288, Beit Jann)

Aya Natural Cosmetics realizza prodotti per la cura della pelle di alta qualità e saponi che si basano su frutti ed erbe aromatiche che circondano le colline della Galilea. Ha anche un centro visitatori a Beit Jann.

Commenti

comments